La Lollobrigida, "Sposata... a mia insaputa"

. Cultura

No, non si può solo comprare una casa a propria insaputa, come pure è avvenuto. Ci si può anche trovare "sposati a propria insaputa", come sembra sia incredibilmente accaduto a Gina Lollobrigida, secondo una denuncia presentata dall'attrice ai carabinieri di Roma nei confronti di un suo ex- fidanzato spagnolo. L'ottantacinquenne diva che fu una celeberrima icona sexy del cinema italiano e internazionale degli Anni 50 ritiene di essere stata truffata dal suo ex, Javier Rigau y Rafols, 44 anni, che utlizzando una procura fornitagli dalll'attrice per un altro documento, dice la Lollo, "potrebbe avermi sposato per procura in Spagna, a mia insaputa e senza il mio consenso, allo scopo di ereditare i miei beni dopo la mia morte". Per la Lollo il suo ex, al quale è stata legata tra il 2006 e il 2007, "è una persona ignobile". "Voglio far luce su questa vicenda" ha detto ancora la Gina nazionale. Ora indagano i Cc.  "Ho attraversato un periodo difficile - ha spiegato l'attrice in una dichiarazione riportata dall'Ansa e da tutti i maggiori siti - e pensavo che cambiando la mia vita sarei riuscita ad uscire dalla depressione, ma non gli avevo mai dato il mio consenso per sposarmi. Saranno avviate indagini internazionali perché voglio far luce su questa squallida vicenda e su tutte le persone che vi sono coinvolte".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi