L'altra faccia della Chiesa, card. Muller "Islam ospite a Messa offende la Chiesa"

. Cronaca

"L'Islam ospite a Messa offende la Chiesa. I fedeli si ribellino". Ancora "Non esiste la fede unica. Troppi preti e vescovi peccano di ignoranza teologica". Non usa giri di parile il cardinale tedesco,  Gerhard Ludwig Muller, 71 anni, che era prefetto della Congregazione della Dottrina della Fede, con Benedetto XVI. Nominato nel 2012 e' stato sostituito da Francesco nel 2017. E' considerato uno dei teologi "tradizionalisti" più eminenti. Muller, in un'intervista al Giornale, bolla la relativizzazione della fede, proprio in occasione della missione di Papa Francesco in Arabia Saudita, in nome dell'ecumenismo religioso, con la volontà di gettare un ponte all'Islam. A suo avviso e' proprio il mondo di oggi a meritare "la verita' e la verita' e' la verita' di Dio, Padre Figlio e Spirito Santo. I falsi compromessi non servono all'uomo d'oggi. Invece di proporre la fede ed educare la gente, si tende sempre a relativizzare, si dice sempre di meno, meno, meno…C'e' un orizzontalizzazione del cristianesimo, lo si riduce in modo da piacere, invece così si inganna la gente". Insomma si annuncia una versione ridotta della verita' per piacere a tanti. Muller e' dichiaratamente anche contro l'omosessualità, "che e' alla base di otto casi di pedofilia su dieci, nessuna via può legittimaro”. Il cardinale prosegue nella sua analisi "A volte si sentono idee assurde, che descrivono il Papa come capo di una internazionale di sinistra o capo di una religione universale, ma questo e' assolutamente contro l'istituzione del papato di Gesù Cristo. Gesù ha istituito Pietro come primo e principio della sua successione nel papato a causa della sua confessione o professione di fede  'Tu sei il Cristo, il figlio del Dio vivo'. Questa e la sostanza del papato, e' la voce della confessione della fede della Chiesa e non il capo dell'Onu".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi