Migranti, procura minori di Catania "sbarco immediato per bambini Sea Watch"

. Cronaca

Si apre un nuovo contenzioso tra la magistratura e il governo gialloverde in tema di salvataggio dei migranti. La procura dei minori di Catania ha aperto un fascicolo, al momento contro ignoti, e quindi inviato una lettera ai ministri dell'Interno e delle Infrastrutture, chiedendo lo sbarco immediato dalla nave Sea Watch3 dei bambini che si trovano a bordo. L'imbarcazione della Ong, che batte bandiera olandese, ha tratto in salvo una settimana fa 47 migranti davanti alle coste della Libia e si trova nella rada del porto di Siracusa per ripararsi dal mare in tempesta. Il procuratore per i minorenni di Catania, Caterina Ajello, ha avanzato la richiesta che riguarderebbe 13 minori, di cui otto non accompagnati. Il magistrato è stato informato della presenza dei minori dall'ufficio del difensore dei diritti del bambini di Siracusa: "La tutela dei loro diritti - scrive Ajello - deve essere assicurata da questa autorità giudiziaria" e "questi diritti vengono elusi a causa della permanenza a bordo della nave, in una condizione di disagio". Il ministro delle Infrastrutture, il pentastellato Danilo Toninelli, respinge la patata bollente: "Siccome sulla Sea Watch c'è una bandierina olandese che sventola e siccome non mi pare che gli olandesi abbiano ancora detto nulla, trovino la maniera migliore per prendersi in carico i migranti". Sulla stessa lunghezza d'onda il vicepremier leghista, Matteo Salvini: "Ho inviato una lettera al governo olandese in cui viene ufficialmente e formalmente incaricato di occuparsi di questa imbarcazione che batte bandiera olandese e degli occupanti presenti a bordo". Ma dall'Olanda giunge una risposta negativa: "Finché non ci saranno accordi europei su soluzioni strutturali per i migranti, i Paesi Bassi non prenderanno parte a soluzioni ad hoc", replica il segretario di Stato per l'asilo e le migrazioni Mark Harbers, pur precisando che L'Aia "preso nota della richiesta italiana". Sea Watch è ancorata ad un miglio a largo delle coste di Siracusa, a nord di Punta Maglisi, ed è affiancata da motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza. Il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, ha detto di essere pronto a ricevere i migranti: "L’amministrazione comunale è pronta ad accogliere i 47 migranti, avvalendosi della collaborazione della Curia e di varie associazioni".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi