Atac, ultima fermata il referendum per la liberalizzazione

. Cronaca

Atac, ultima fermata il referendum. Mentre la Procura di Roma indaga - dopo i due ultimi casi di incendio di autobus nel giro 24 ore -, Riccardo Magi, deputato di +Europa, presenta un'interrogazione parlamentare in cui rileva: “Gli incendi a bordo dei bus sono solo l’ennesima e non necessaria prova della mancanza di manutenzione che mette a repentaglio la vita dei passeggeri, oltre a negare loro il servizio per cui pagano. L’azienda non ha i soldi per farla e ciò la pone in una condizione di grave irregolarità rispetto al regolamento europeo. La prossima fermata sarà il referendum per la liberalizzazione: lo abbiamo conquistato per aprire un dibattito e per far capire che c’è un’alternativa”. In vista della consultazione popolare prevista per il prossimo autunno, rincara la dose Luciano Nobili, deputato romano del Pd: "Atac è quasi al fallimento, i bus senza manutenzione prendono fuoco" e quelle carcasse fumanti a due passi dal Campidoglio gridano alla "sindaca Raggi e al M5S: così state distruggendo la Capitale".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi