Migranti, non decolla il 'Codice': le Ong non vogliono agenti armati a bordo

. Cronaca

Non decolla il 'codice' che il Viminale vorrebbe applicare alle navi delle Ong (Organizzazioni non governative) impegnate nel Canale di Sicilia nel salvataggio dei migranti. Medici senza frontiere (Msf), forse la più conosciuta tra le Ong, ha deciso di non firmare e lo stesso faranno le Ong tedesche e spagnole. Ha detto sì invece Save the Children. Tra i punti più controversi la presenza di polizia giudiziaria armata a bordo, su cui il Viminale non transige e che invece le Ong rigettano, così come la possibilità di trasbordare gli elementi sospetti individuati sui barconi su unità della Guardia costiera italiana. Per quest'atteggiamento c'è una certa irritazione al ministero dell'Interno dove si sottolinea che per chi non sottoscrive il codice sono previste possibili "misure" da parte delle autorità italiane. Il ministro dell'Interno, Marco Minniti, è comunque intenzionato a far entrare subito in vigore il Codice considerato "essenziale per la sicurezza del Paese" e avverte le Ong: "Chi non firmerà dovrà accettare le conseguenze. Più del 40% dei migranti salvati arrivano in Italia su navi delle Ong". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA
Puoi leggerci da Smartphone e Tablet Pc direttamente su Google Play Edicola




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi