Calcio: Pulvirenti ammette di avere comprato 5 partite a 100 mila euro l'una. Campionato slitterà?

. Cronaca

Un vero terremoto per il prossimo campionato di B. Visto che e' stato falsato dal presidente del Catania l'ultimo torneo, ci sara' il coinvolgimenti di altre squadre con le relative sanzioni della giustizia sportiva, che potrebbe fare slittare anche il campionato di prima serie. Antonino Pulvirenti ha ammesso nel corso di un lungo interrogatorio di avere comprato le cinque partite al centro dell'inchiesta sborsando per ognuna 100 mila euro, a partire da Varese Catania. Lo ha riferito il procuratore di Catania Giovanni Salvi. Pulvirenti ha lasciato il tribunale senza rilasciare dichiarazioni. Il motivo della corruzione  era di salvare il suo Catania dalla serie C. Il procuratore ha anche precisato che il presidente del Catania "ha negato di avere fatto scommesse". Pulvirenti oltre che essere un corruttore e di avere compiuto la più brutta delle cose nell'ambito sportivo, appare anche come uno "sprovveduto". Le indagini che hanno portato al suo coinvolgimento nascono da una sua denuncia presentata in procura perché si riteneva nel mirino della frangia più violenta della tifoseria. Quindi i suo telefoni sono stati messi sotto controllo e lui doveva quantomeno immaginarlo. Poi parlava in un linguaggio cifrato, che pare addirittura ridicolo. Perché anche un bambino avrebbe capito che portare le melanzane in banca doveva riferire a ben altro. E che dire dei soprannomi come il "magistrato" oppure dell'udienza per riferirsi ad una partita. Ma la chicca rimane quella dei treni con orari e binari per indicare calciatori e numeri di maglia. Una banda davvero "ingenua". Forse pensavano di avere a che fare con degli stupidi, ma stupidi e molto stupidi, oltre che delinquenti, erano loro. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi